You are here

Innovazione urbana, dal 21 al 23 settembre a Bari il Festival italiano delle Buone Pratiche di Urbact

01 September 2017

Un nuovo format innovativo e urbano per la presentazione delle migliori esperienze di innovazione urbana selezionate da Urbact e per l'Infoday sul nuovo bando in uscita il 15 settembre

Lo scambio di buone pratiche tra le città europee rappresenta un elemento decisivo per realizzare nei contesti urbani azioni e strategie innovative in materia di sviluppo urbano sostenibile. Per favorire la replicabilità e la diffusione tra le città italiane delle 97 buone pratiche selezionate dal programma europeo Urbact, Anci organizza a Bari il primo Festival italiano delle Buone pratiche dal 21 al 23 settembre.
Nel corso dell’evento, realizzato in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Comune di Bari, si svolgerà anche l’Infoday nazionale del nuovo bando Urbact rivolto alla creazione di reti di trasferimento di buone pratiche tra città italiane ed europee (in uscita il 15 settembre), abbinato ad una serie di eventi pubblici e presentazioni che avranno luogo in diversi punti del centro storico del capoluogo pugliese.
Un vero e proprio festival urbano che Anci in qualità di punto nazionale del programma Urbact per l’Italia organizza con l’obiettivo di favorire l’incontro tra sindaci, funzionari, esperti e stakeholder italiani ed europei impegnati nel modello partecipativo promosso da Urbact a fare innovazione nei contesti urbani.
Dal riutilizzo degli edifici dismessi per l’inclusione di fasce deboli e richiedenti asilo ad Amburgo a Vaslui fino alla politica alimentare di Milano e Mouans Sartoux e ai piani per la resilienza urbana di Bilbao e Tampere, le esperienze europee di successo di cui si parlerà nel corso del Festival (disponibili nel database europeo di Urbact) puntano ad alimentare nei prossimi mesi il dibattito europeo sulle città, offrendo esempi concreti di sviluppo urbano realizzati attraverso la collaborazione attiva tra amministrazioni comunali e attori locali.

Il format del Festival
L’evento, a cui è possibile iscriversi dal form presente su Eventbrite, avrà inizio il 21 settembre con una sessione inaugurale presso lo Spazio Murat, uno dei simboli dell’azione di rigenerazione del centro storico di Bari, a cui seguiranno una serie di presentazioni di buone pratiche urbane italiane ed europee che avranno luogo in parallelo nei caffè storici di Bari Vecchia. L’esperienza di Spazio 13, selezionata dal programma Urbact tra le 97 buone pratiche europee, sarà invece al centro dell’evento serale che vedrà una serie di performance musicali e teatrali nel cortile dell’ex scuola De Melo trasformata in centro di innovazione e sviluppo partecipato nel cuore del quartiere di Libertà.
La mattinata del 22 settembre sarà invece completamente dedicata all’Infoday sul nuovo bando Urbact dedicato alla creazione di reti per il trasferimento di buone pratiche italiane ed europee tra città di ogni dimensione: la mattinata informativa, a cui prenderà parte anche il Segretariato europeo di Urbact, costituisce un’occasione importante per poter aderire a una delle nuove reti finanziate dal principale programma europeo rivolto allo sviluppo urbano sostenibile. Nel corso del pomeriggio proseguiranno nei caffè del centro storico le presentazione delle buone pratiche mentre il confronto tra sindaci delle città italiane ed europee si sposterà al foyer del Teatro Petruzzelli con il Mayors Talk, un dialogo fra sindaci e amministratori protagonisti delle principali esperienze di innovazione urbana in Italia. Aperto alla cittadinanza anche l’evento che seguirà il Talk, un apéro urbano che avrà luogo nel lungomare di Torre Quetta, spazio pubblico restituito di recente ai baresi e simbolo dell’azione di rilancio di un intero pezzo di città.
La mattinata di sabato 23 settembre sarà invece dedicata alla visita studio presso l’ex Manifattura Tabacchi, grande struttura in via di riqualificazione nel quartiere Libertà, con la partecipazione di assessori e tecnici coinvolti nell’avvio dell’azione di recupero. La visita sarà preceduta da una breve sessione di speed networking tra i rappresentanti delle città italiane ed europee, aperta alla partecipazione di esperti, stakeholder e di rappresentanti di reti nazionali attive sui temi dell’innovazione urbana. 
Maggiori informazioni sull’evento saranno rese disponibili nei prossimi giorni nella sezione italiana del sito di Urbact  e alla pagina Eventbrite dell’evento da cui è possibile iscriversi.