You are here

Al via il premio Capitale europea dell’innovazione 2019

Edited on

17 April 2019

La competizione tra le città più innovative resterà aperta fino al 6 giugno e rappresenta un’occasione significativa per premiare il lavoro svolto dalle città URBACT negli ultimi anni

Il premio Capitale europea dell’innovazione, gestita dalla DG Ricerca e Innovazione e finanziata dal programma Horizon 2020, premia le città che mostrano di possedere l’ecosistema di innovazione urbana più inclusivo e più dinamico.

Le città sono infatti identificate dalla Commissione Europea come attori unici nel promuovere l’innovazione, offrendo un contributo fondamentale per sviluppare una maggiore resilienza, sostenibilità e qualità della vita.

In particolare il contest, conosciuto anche come “I-Capital”, riconosce i progressi compiuti dalle città nella creazione di un sistema di connessioni tra cittadini, pubblica amministrazione, attori del mondo della ricerca e dell’impresa in grado di contribuire alla generazione di benefici economici e sociali per tutti.

Il concorso rappresenta un’occasione interessante anche per le città che hanno realizzato progetti nell’ambito del programma URBACT. Infatti, la dimensione partecipativa e, in particolare la capacità di coinvolgere i cittadini nella definizione delle politiche locali è uno dei criteri principali di valutazione.

Un premio di un milione di euro sarà assegnato alla città vincitrice per scalare le proprie azioni innovative e per diffonderne i risultati in Europa. Inoltre le cinque città che si qualificheranno al secondo posto, riceveranno un contributo di 100.000 euro per potenziare le proprie azioni innovative.

Possono partecipare tutte le città che abbiano almeno 100.000 abitanti e che appartengano ad uno Stato membro dell’Unione Europea o ad un Paese associato al programma Horizon 2020.

Le città saranno valutate da un panel di esperti indipendenti di alto livello in base alla loro capacità di spostare il confine delle frontiere dell’innovazione rispetto ai seguenti criteri:

- la sperimentazione, attraverso il test e la promozione di soluzioni innovative rispetto ad alcune sfide di carattere sociale;

- il coinvolgimento dei cittadini nella partecipazione a processi innovativi, inclusi la definizione delle politiche e la partecipazione alla sua implementazione quotidiana;

- l’espansione della capacità innovativa, diventando una meta attraente per imprenditori e un modello per altre città;

- l’empowerment dei cittadini grazie alla produzione di innovazione attraverso risultati concreti e misurabili.

Le vincitrici delle prime quattro edizioni del concorso sono state le città di Barcellona, di Amsterdam, di Parigi e di Atene.

Le città che intendono concorrere possono presentare la propria candidatura fino al 6 giugno 2019. Ulteriori informazioni saranno fornite consultando il sito web dell'iniziativa